Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.

ADSI Pubblicazioni

Anno:

Illuminare l`Abruzzo
Il volume tratta da vicino gli studi sulla miniatura in Abruzzo degli ultimi cinquant’anni, almeno da quando nel 1959 all’Aquila fu inaugurata la mostra sui codici manoscritti.


L’arte minatoria trova nel catalogo della mostra una sua rinnovata affermazione, tale da riportarla, per la sua importanza, ai livelli delle altre arti.


La grande quantità di incunaboli, cinquecentine, seicentine, e settecentine conservate nelle biblioteche pubbliche ed ecclesiastiche, insieme ai manoscritti miniati, costituisce senz’altro una importante fetta del patrimonio storico-artistico dell’Abruzzo.

Leggi il testo completo.

Cortili d`Abruzzo
Tra le pertinenze ingiustamente considerate minori rientra il “cortile” che da protagonista nella originaria concezione architettonica del “suo” palazzo si è trasformato spesso in elemento accessorio e di scarsa importanza.


Questo catalogo con la mostra fotografica nel complesso monumentale di San Michele a partire dall’8 dicembre, viene a colmare, speriamo, una lacuna nel campo della conservazione e tutela di questi spazi affascinanti e talvolta sconosciuti.

Leggi il testo completo.

Eclettismo e Liberty nella Provincia di Teramo
La mostra e il catalogo fanno parte di un processo conoscitivo complessivo dell’area abruzzese che deve essere finalizzato al recupero ed alla valorizzazione di “tutti” i beni culturali, siano essi palazzi, chiese, architetture militari, esempi di archeologia industriale o opere d’arte mobili.

Leggi il testo completo.

Dimore Storiche: Donna, leggendo il passato in fotografia
La mostra, a cui ha seguito la pubblicazione del volume, apre idealmente i portoni di alcune dimore abruzzesi e porta in luce la figura più rappresentativa degli interni: la Donna colei che ne è stata e continua ad essere la “Signora” la figura più simile al Nume Tutelare, alla cui cura e dedizione dobbiamo se tanto di quel passato che le dimore hanno vissuto è potuto giungere fino a noi.

Leggi il testo completo.