Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.

ADSI News

08-06-2012

Giornate Nazionali A.D.S.I. Lazio - giugno 2012

In occasione della seconda Giornata Nazionale dell'A.D.S.I., la sezione Lazio, organizza un convegno dal titolo "Fondi Europei: promozione del territorio attraverso la cultura" e la manifestazione dei Cortili aperti, che quest'anno si terrà nel viterbese.

 

Scopo dell'incontro è dunque chiarire come si elabori un progetto, quali le premesse indispensabili e quali i percorsi per realizzarlo.

“La novità dell’iniziativa è il carattere non solo informativo scelto dall’A.D.S.I. Lazio  – avverte Roberto Carpano, direttore EuropaBook -. All’incontro di Viterbo saranno presenti le istituzioni locali competenti, nonché l’Università della Tuscia”.

Roberto Carpano, nel suo intervento, offrirà gli strumenti necessari per capire il funzionamento di meccanismi  - per lo più sconosciuti non solo al grande pubblico, ma spesso anche agli addetti ai lavori - spiegando i complessi regolamenti comunitari necessari per creare un dossier che possa essere valutato al fine di ricevere i fondi di avviamento.

Atteso anche l’intervento di Sofia Varoli Piazza, docente all’Università della Tuscia,  sui giardini dell’alto Lazio: “Si tratta – anticipa – di un mirabile insieme esistente non abbastanza conosciuto che potrebbe diventare un’attrazione internazionale”.

Presente all’incontro anche Ivan Stomeo, sindaco di Melpignano (Le), che rappresenta l’Associazione Borghi Autentici: nel suo intervento metterà in luce l’importanza delle culture locali per la promozione, anche economica, del territorio. Esempio tipico è la manifestazione “La notte della Taranta” che, con la sua notorietà ha portato ottimi risultati al turismo della sua regione.

Stefano Aluffi Pentini, consigliere della Sezione Lazio dell’Associazione Dimore Storiche, Direttore ‘A Private View of Italy’ evidenzierà l’importanza delle tradizioni farnesiane della Tuscia ed il grande potenziale apportato dalle dimore storiche per la creazione di itinerari turistici.

Obiettivo dell’incontro è anche mettere in luce un insieme unico  costituito dai beni storici artistici pubblici, dalle dimore storiche private, dalle bellezze paesistiche, dalle tradizioni locali, per coloro che vorranno redigere progetti e richiedere finanziamenti all’Unione Europea.

 

 

Saluti:

Giulio Marini, Sindaco di Viterbo.

 

Introduzione:

Francesco Sforza Cesarini Presidente Sezione Lazio – Associazione Dimore Storiche Italiane

 

Relatori:

Stefano Aluffi Pentini,  Dir. A private View of Italy , Consigliere Sezione Lazio Associazione Dimore Storiche Italiane - Itinerari farnesiani tra dimore storiche, musei dell’alto Lazio e tradizioni locali

Roberto Carpano, Direttore Europa Book – Finanziamenti europei per la promozione del territorio

Fabio  Refrigeri, Vice Presidente Esecutivo Associazione Comuni Italiani

Ivan Stomeo, Sindaco di Melpignano (LE) - Associazione Borghi Autentici  - La cultura locale base dello sviluppo del territorio

Sofia Varoli Piazza, Architetto del paesaggio - Università della Tuscia – I giardini della Tuscia

Moderatrice:

Cinzia Dal Maso, Giornalista

 

 

Il giorno seguente, 9 giugno, dalle ore 11:00 alle ore 18:00, in occasione della Giornata Nazionale dell’A.D.S.I., saranno aperte al pubblico gratuitamente le seguenti dimore e giardini storici privati della Provincia di Viterbo, appartenenti a Soci dell’Associazione Dimore Storiche Italiane:

  • Castello di Vasanello

  • Giardino del Castello Ruspoli di Vignanello

  • Castello di Trevinano

  • Palazzo del Drago di Bolsena

  • Palazzo Farnese di Ischia di Castro


Per il Castello di Vasanello e per il Palazzo del Drago di Bolsena le visite saranno guidate alle ore 11:00, alle ore 12:00, alle ore 15:00, alle ore 16:00 e alle ore 17:00 e per queste due dimore si consiglia la prenotazione all’indirizzo di posta elettronica adsilazio@tiscali.it entro il 7 giugno.

 

Allegati utili:

Invito

Programma

Saluti Presidente Francesco Sforza Cesarini