Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.

ADSI News

17-03-2020

Aggiornamenti del Presidente A.D.S.I. Puglia

Carissimi amici,

prima la stagione invernale e poi l’emergenza epidemiologica, hanno impedito ogni nostro altro incontro dopo quello del 15 dicembre scorso in Francavilla.

Mi è sembrato ora indifferibile ricontattarvi per una prima valutazione della congiuntura che ci sta duramente provando.

Prescindendo dall’aspetto sanitario di cui, ovviamente, si occupano le Istituzioni preposte e limitandoci alle sole dimore storiche, lo scenario che si profila è inquietante: crollo e cancellazione delle prenotazioni per chi fa ospitalità, azzeramento di ogni attività per chi organizza eventi o gestisce musei e per tutti mancate locazioni o riduzioni dei canoni.

Non lasciamoci cogliere dallo sconforto! Questa è l’ora dell’equilibrio e della razionalità.

Posso assicurarvi che il Presidente Nazionale Giacomo di Thiene è già al lavoro con i nostri consulenti nel tentativo di attenuare questi effetti disastrosi. In particolare sta cercando il modo per chiedere l’estensione alle Dimore Storiche delle provvidenze che il DL del 2 marzo 2020 ha previsto per il settore turistico-alberghiero. All’uopo avete già ricevuto una circolare in data 9 marzo ma vi sarà inviato anche un questionario dal quale, in base alle vostre risposte, saranno desunti i dati idonei a rappresentare l’entità della crisi alla classe politica ed al grande pubblico.

Non trascurate di rispondere. Ora tutti sono occupati nella gestione dell’emergenza ma quando si affronteranno le iniziative per la ripresa economica dovremo essere pronti ad intervenire. Naturalmente, come ho già detto, il nostro è un tentativo che si spera possa trovare ascolto. Dobbiamo infatti considerare che c’è chi ha subito danni peggiori dei nostri.

A parte l’aspetto economico, il Covid-19 sta modificando il nostro stile di vita costringendoci ad un’inedita e prolungata condivisione degli spazi domestici con i nostri cari. Cerchiamo di vivere questa stasi forzata trasformandola in una rara quanto preziosa opportunità per riconsiderare la dimensione “essenzialmente familiare” della condizione umana. Guardiamo dunque all’interno delle nostre famiglie verificando la tenuta degli affetti e la sostenibilità delle reciproche aspettative, guardiamo in noi stessi per mettere ordine nei ricordi, nei pensieri, nei progetti: potremo forse trarne qualche indicazione per il cammino che abbiamo ancora da compiere.

Un simile esercizio, oltre che utile, potrebbe risultare perfino piacevole prima di tornare(e mi auguro presto ) ad una quotidianità dai tempi sempre più accelerati di cui, nonostante tutto, difficilmente sapremmo fare a meno.

Con l’auspicio che s’intravveda al più presto una via d’uscita da questa sventurata contingenza, insieme al Comitato Direttivo vi abbraccio tutti.

Il Presidente A.D.S.I. Puglia
Piero Consiglio