Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.

ADSI News

05-03-2018

II^ Lettera ai Soci - marzo 2018

Carissimi Soci,
 
vi scrivo la prima lettera del 2018 per mettervi al corrente di quanto discusso nel I° consiglio di quest’anno tenutosi il 1 febbraio e nella prima riunione del gruppo “Dimore storiche aperte per turismo” del 30 gennaio.
 
Voglio però anzitutto ricordarvi che questo sarà un anno importante per la nostra sezione perché l’attuale consiglio dopo tre anni è in scadenza e siamo chiamati nell’Assemblea Annuale a rinnovare il Comitato Regionale A.D.S.I. FVG, che eleggerà successivamente il presidente.
 
Secondo il Regolamento che vi riallego di seguito, - approvato dal Consiglio lo scorso anno e ratificato dalla Sede Centrale - le candidature dovranno essere presentate ed approvate dal Consiglio uscente almeno tre mesi prima dell’Assemblea. Il Comitato stilerà la lista dei candidati che sarete chiamati a votare nell’Assemblea che cadrà come sempre in autunno. Prego quindi caldamente tutti i Soci Ordinari in regola con la quota sociale che vogliono partecipare alla vita dell’Associazione, di proporre la propria candidatura con un breve curriculum (30 righe max) entro giugno 2018. Il numero dei soci eleggibili in Consiglio è da 9 a 11. QUI Il Regolamento FVG
 
Ricordo anche l' importante appuntamento annuale di Domenica 27 maggio per l'apertutra gratuita delle dimore storiche iscritte ad A.D.S.I. in tutta Italia. Il Presidente Nazionale, tiene molto a questa manifestazione, assai cresciuta anche in Friuli negli ultimi tre anni (di media abbiamo aperto 25 fra ville e castelli, un terzo degli iscritti) e che ha lo scopo di aumentare la nostra visibilità presso privati, enti regionali, statali e Ministero portando l’attenzione sull’importanza del patrimonio vincolato privato ed anche sulle sue difficoltà di manutenzione.
 
Negli ultimi anni si è anche cercato di accrescere le partecipazioni pubblico/privato in questa giornata, per sottolineare come attorno alla manutenzione e valorizzazione di questo patrimonio, si debbano creare nuove sinergie e si mantengono saperi e professioni antiche cha altrimenti si perdono. Per questo nelle edizioni scorse nelle ville esponevano anche artigiani addeti alla conservazione (decoratori, terrazzisti restauratori, legatori, manutentori dei giardini ecc).
 
Quest’anno ho già chiesto il coinvolgimento dell’ente regionale Irpac (Istituto regionale di promozione e animazione culturale che si occupa soprattutto della valorizzazione del patrimonio fotografico regionale) e dalla Sovrintendenza che hanno accettato di portare nelle dimore storiche aperte, possibilmente in città per facilitare l’affluenza, una mostra fotografica (Irpac) e due conferenze (dei funzionari MiBact). Prego dunque le dimore storiche aperte nelle città di informarmi del loro eventuale interesse ad ospitare una di queste manifestazioni. Cercherò anch’io di contattarvi tutti nei prossimi mesi, ma chiedo già ora a chi fosse disposto ad aprire per la giornata (10:00-13:00/14:00-17:00) di darmene notizia, informandomi anche di eventuali eventi collaterali programmati. Come capite è fondamentale per fare una corretta comunicazione.
 
Fra gli eventi collaterali pensati per migliorare la visibilità delle Dimore storiche in quella giornata vi è anche la collaborazione con l’agenzia turistica Visitait (https://www.visitait.it/) che metterà a disposizione a pagamento ai nostri visitatori la possibilità di fare dei giri in carrozza attorno alle ville. Lo scorso anno la collaborazione ha già funzionato benissimo al Castello di Arcano; quest’anno ci saranno due carrozze, una a Villa Pace e una a Villa Iachia. Prego chi è interessato di mettersi in contatto direttamente con Visitait.
 
Naturalmente lascio come sempre alla fantasia e agli interessi dei soci l'organizzazione di programmi collaterali diversificati come gli scorsi anni: dai fiori alle macchine d'epoca, dagli archivi, alle tradizioni popolari ecc.
 
Nella riunione delle ”Dimore storiche aperte al turismo” le agenzie e le guide coinvolte (Yes Tour di Trieste, Giovanna Tosetto, Visitait) insistono sulla calendarizzazione delle visite e sulla nostra collaborazione per creare percorsi a tema tra più ville per singoli ambiti territoriali o tematici (enogastronomia, agro aquileiese, colline moreniche, collio ecc). Sono stata contattata anche dal Movimento Turismo del vino per fare un percorso del wine bus dedicato alle cantine in ville storiche o cantine storiche tout-court, anche su questo aspetto una vostra manifestazione di interesse (soprattutto da Attimis Maniago, Porcia, Attems, De Puppi, Foffani, ecc). Se volete ulteriori precisazioni potete anche contattare direttamente Claudia Stocco del MTV facendo riferimento a questa mia.
 
So che un gruppo di ville private, ristoranti e produttori fra Fagagna e San Daniele sta lavorando su questi temi. Io sto cercando di fare qualcosa del genere per l’agro aquileiese. Vi confesso però che sono frustrata dalla resistenza/indifferenza di molti associati a qualsiasi progetto comune, anche dopo che all’assemblea del 2015 hanno ascoltato da Orazio Zanardi Landi - presidente dell’Associazione dei Castelli di Parma e Piacenza- i grandi risultati che è possibile ottenere con un’associazione privata a ciò preposta! Forse per i friulani vale ancora e sempre il “fasin di besoi”! Basta saperlo e non sprecare forze in tal senso! Anche su questo aspetto un vostro feed-back.
 
Sapete comunque che proprietari come persone fisiche non possono vendere pacchetti o servizi, ma solo la visita o l’affitto temporaneo della dimora dietro rilascio di una ricevuta fino ad un determinato importo annuale, ma su questo spinoso tema vi rimando al nostro ottimo ufficio legale A.D.S.I. di Roma.
 
Sono stata contattata dall’Università digitale Unipegaso che cerca ad Udine o Gorizia in un edificio storico (possibilmente con una stanza di rappresentanza) per un ufficio di ca 100 mq. per farne un sede per esami e segreteria. Le condizioni e i contatti nella mail che vi allego. Se voi stessi o vostri amici hanno una struttura simile contattateli direttamente alla mail e recapiti telefonici riportati in allegato. QUI La richiesta Unipegaso
 
Nello spirito di collaborazione con l'Università di Udine – dopo il tirocinio dello scorso anno e la Bacco summer school in progetto per il 2018 (per aziende vinicole), abbiamo deciso nello scorso consiglio di dare una borsa di studio (500€) ad una tesi magistrale meritevole discussa su una villa friulana. E’ stata individuata la tesi di Valentina Bacinello relatore Prof. Donata Battilotti sulla Villa Caiselli a Cortello di Pavia di Udine. Dobbiamo ancora decidere dove fare la consegna della borsa che anche sarà l’occasione per dare visibilità al grande patrimonio storico che con sacrificio manteniamo.
 
Nell’ultima riunione, si è anche discusso della poca rappresentanza delle Dimore storiche della Venezia Giulia e del Pordenonese in A.D.S.I. FVG, così come delle poche dimore storiche in mano pubblica (molte ville nei paesi friulani sono sedi municipali, altre sono sedi di fondazioni). Chiedo quindi a tutti i soci, come ho già chiesto ai consiglieri, di attivarsi a fare proselitismo in tal senso: ognuno di voi conosce la propria realtà e i personaggi da contattare. Sarebbe importante che anche nel consiglio fossero rappresentati proprietari di Dimore di queste due Provincie.
 
Infine vi allego infine anche la lettera del Presidente A.D.S.I Veneto - Arch. Giacomo di Thiene in merito al possibile ruolo dell'Ente Regionale Ville Venete (ente regionale da non confondere con l'associazione Ville Venete che raccoglie i proprietari delle ville iscritti all'associazione) nel quale anche molte ville Friulane sono listate, mi sembra un progetto molto interessante, in particolare quanto Giacomo scrive sui ruoli dell’ente può svolgere nel nuovo scenario che si sta creando per la conservazione dei Beni vincolati privati. Anche su questo tema aspetto un vostro riscontro. QUI La Lettera di ADSI Veneto
 
Aspetto vostre indicazioni e suggerimenti su tutto quanto scritto, in particolare aspetto di sentirvi per l'apertura del 27 maggio
 
Un cordiale saluto


 

Il Presidente A.D.S.I. Friuli-Venezia Giulia
Teresa Perusini de Pace