Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.

ADSI News

05-04-2015

Gruppo Giovani A.D.S.I. Lazio: Attività 2014/2015

Le attività del Gruppo Giovani Lazio per gli anni 2014 e 2015 sono state:


 
  • 10 novembre 2014 visita al grande capannone di via del Mandrione - sede della Fondazione per l'Arte, dove è stato possibile ammirare gli artisti Derek di Fabio, Manuel Scano Larrazabal e Giovanni Sortino, intenti a lavorare alle loro creazioni in vista dell'inaugurazione della mostra "Basti che non si sassi in giro". A seguire il gruppo ha incontrato gli artisti per un aperitivo, ed è stata un'occasione importante per conoscere la presidente della Fondazione Ilaria Bozzi nonché la curatrice del progetto "Mandrione" Daniela Bigi.


  •  
  • 11 febbraio 2015 in occasione della visita alla mostra "Secessione ed Avanguardia" presso la Galleria Nazionale d'Arte Moderna.
    L'appuntamento è stato organizzato dal Consigliere Manuel Barrese il quale ha contribuito personalmente alla redazione del catalogo della mostra. Inoltre, la curatrice della mostra, Stefania Frezzoletti, ha tenuto una introduzione alla mostra con opere inerenti il periodo che ha preceduto la Prima Guerra Mondiale: un periodo breve, ideologicamente segnato da contrasti politici e sociali, durante il quale artisti e critici si interrogano su concetti di modernità e di avanguardia.

  •  
  • Martedì 14 aprile 2015, visita alla Libraria di Palazzo Altieri, che conserva ancora oggi l'archivio della famiglia Altieri, gentilmente ospiti del Consigliere A.D.S.I. Lazio - Federica di Napoli Rampolla -, la quale ha guidato il Gruppo in una splendida visita dando l'opportunità di conoscere, anche grazie ai racconti della proprietaria, un bene sottoposto a ben tre vincoli: architettonico, artistico e archivistico.

  •  
    I Responsabili Gruppo Giovani A.D.S.I. Lazio 
    Maria Cristina Heusch e Patrizio Mario Mergè