Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.

ADSI News

10-01-2013

Esenzione degli immobili storici e limiti dello sfruttamento commerciale - gennaio 2013

L’Esenzione per gli immobili <<storici>>, recentemente ridimensionata, può intrecciarsi in vario modo con il loro sfruttamento commerciale: banalmente, se l’immobile abitativo è locato a un’azienda commerciale, che lo sfrutta come casa vacanze, o albergo, spetta la deduzione analitica delle spese, sostenute dall’Inquilino, la cui deduzione si duplica con l’abbinamento forfetario della tassazione del canone di locazione.

 

Se è vera questa premessa, anche l’utilizzazione come <<casa vacanza>> di una serie di appartamenti, veicolata dal proprietario come <<locazione>>, è perfettamente compatibile col regime agevolato ai fini delle imposte sui redditi, e non rileva ai fini IVA.

 

È l’occasione per una riflessione sistematica più ampia sul coordinamento tra una attività fiscalmente <<non commerciale>>, il cui regime si cerca di mantenere, ed un suo sfruttamento da parte di terzi, anche a beneficio del proprietario.

 

di Giuseppe Tullio e Raffaello Lupi

 

QUI è possibile leggere l'intero articolo pubblicato in Dialoghi Tributari, n. 1/2013, gennaio-febbraio 2013, pp. 60-64.